Tila Tequila rischia d’essere uccisa. Per lei linciaggio xenofobo e fascistoide da parte del pubblico dell’Illinois

Tila Tequila rischia d’essere uccisa
Per lei linciaggio xenofobo e fascistoide
da parte del pubblico dell’Illinois

di Iannozzi Giuseppe

Tila Tequila ferita

Se l’è vista davvero brutta Tila Tequila. Per il rotto della cuffia si è evitata la tragedia. Nel corso di un festival musicale underground, il “Gathering at Juggalos” a Chicago (nello stato dell’Illinois), la cantante stava per essere  letteralmente linciata. Circa 2000 persone intervenute al concerto le hanno tirato addosso bottiglie piene di feci e di urina, oltre ad altri pesanti oggetti contundenti che le hanno causato ematomi e tagli su tutto il corpo.

Spettacolo impietoso indecente raccapricciante quello del pubblico dell’Illinois. Un pubblico bestiale e xenofobo che si spera venga condannato con pene  più che esemplari dalla giustizia dell’America democratica.

La cantante, dichiaratamente bisessuale, è stata colpita più volte, anche al volto. Alla fine è stata costretta ad abbandonare il palco. E’ dovuta intervenire la polizia locale per evitare il peggio.

Tila Tequila, di origini vietnamita, celebre soprattutto per un reality di Mtv “A Shot at Love with Tila Tequila”, ha subito il razzismo fascistoide del pubblico dell’Illinois.

Tila Tequila è stata costretta a scappare a rotta di collo per evitare il ferocissimo assalto programmato di ben 2000 persone. A stento è riuscita a barricarsi nella sua roulotte. E solo l’intervento della polizia ha evitato il dramma.

Al sito Tmz Tila Tequila ha dichiarato: “Queste persone cercavano di uccidermi. Dopo l’ultimo colpo in testa, la mia guardia del corpo e altri tipi della security mi hanno preso e portata di corsa alla mia roulotte. La loro security fa schifo e 2.000 persone ci sono corse dietro per cercare di uccidermi. […]
NO OT Erano pietre enormi, bottiglie di birra che mi hanno tagliato l’occhio, mi hanno quasi bruciato i capelli con i petardi. Mi hanno lanciato perfino degli escrementi”. Il portavoce dell’artista ha dichiarato: “Sporgeremo denuncia contro gli aggressori”.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in cronaca, Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.