Il reuccio accompagnatore di minorenni è nudo e Saramago viene censurato

Il reuccio accompagnatore di minorenni
è nudo e Saramago viene censurato

di Iannozzi Giuseppe

Saramago ha criticato tanto la destra quanto la sinistra quando questa è diventata indegna di tenere le redini del potere. Pochi hanno avuto questo coraggio in questo secolo appena agli inizi e già così tanto buio. Ma anche nel secolo scorso, che è appena alle nostre spalle: solamente George Orwell, che provò sulla sua pelle i nefasti effetti/difetti del capitalismo e dello stalinismo, osò criticare in maniera aperta il Potere di per sé, senza scadere nel populismo. Saramago però non hai mai pensato di fare della politica con la letteratura; e ciò è un bene; di gran lunga meglio usare la scrittura per fini più nobili, per raccontare delle storie ad esempio. Per dire contro uno stato di politica sono molto più utili allo scopo un saggio o anche un pamphlet, purché non di stampo voltariano.

Voltaire è oggi a uso dei chierichetti, puzza d’incenso di vino e di ostie, come Pasolini. Se venti anni or sono questi autori potevano esser spacciati ancora per rivoluzionari, oggi non più; sarebbe comunque stato un bene per tutti accorgersene anzitempo e non adesso nel 2010. Non a caso Voltaire e Pasolini sono spesso citati dalla sinistra grassa “con i soldi grossi e facili in tasca” nel tentativo, purtroppo non sempre vano, di drogare il flusso di pensiero dell’opinione pubblica; la sinistra grassa – che è quella dominante in ogni paese sia essa all’opposizione o al governo – applica il principio che “bisogna cambiare tutto per non cambiare nulla”. Bisogna dire che ci riesce perfettamente grazie a un pastrocchio i cui ingredienti sono Voltaire e Pasolini. Saramago invece criticando l’uomo fosse esso di destra o di sinistra, non adoprando la vulnerabilità di un lessico voltariano o peggio ancora pasoliniano, risultava scomodo, troppo: si può difatti sopportare una verità in mutande, ma non una che declama papale papale che Lui è “un accompagnatore di minorenni”. Da qui la censura operata da Einaudi nei confronti di José Saramago, la cui colpa è stata quella di non aver lasciato al reuccio di coprirsi le pudenda nemmeno con un paio di mutandine di pizzo.

NO OT

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in critica, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, politica, riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il reuccio accompagnatore di minorenni è nudo e Saramago viene censurato

  1. vany ha detto:

    Buono a sapersi, io non sapevo queste cose.
    Mercì

    ancora dormi alSatiiiii.

    Buonagiornata! ♥ vany

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Vedi, con me c’è sempre qualche cosa di nuovo da imparare.

    Visto che bel cappellino pretesco che ha Pasolini. 😉

    Sono svegliOOO…

    orsetto di VaNY

    Mi piace

I commenti sono chiusi.