ODE AL CAZZO – DEDICATA A FRANZ KRAUSPENHAAR

ODE AL CAZZO

di Iannozzi Giuseppe

a Franz Krauspenhaar

Ode al cazzo
ode a me
che lo tengo lungo
e che bene o male lo affondo
di tanto in tanto
in un buco
grazie alla cristiana carità
di una che la dà via disperata
forse quanto o più di me
seppur poi alle spalle violentato
da un paparazzo,
il suo obiettivo
sulla mia faccia puntato
però
“un primo piano mica male” mi dico;
godo
e penso alla foto sul giornale,
che eleganza da duro, da uomo maturo!

Proprio ieri sì, giuro che è così
mi sono cavalcato una bella figa,
lo vado ripetendo
all’occasionale rompipalle
che il suo lungo bastone m’infila
a tradimento fra le gambe
tra le terga giusto un poco mosce
da quanto i cinquanta
han spogliato la giovinezza
quelle vane certezze
che pur io nutrivo in seno
eiaculando precoce
precoce
su pubblicità
su romanzetti d’accatto
toccandomi di nascosto anche
per le amiche di mammà
ma sempre sia lode a ‘sto cazzo
che mi fa…
che mi fa cavalcare sogni
pugni
cazzotti di dritti
– di ubriachi persi pure;
e che mi lascia
lungo disteso
al tappeto
circondato da un pubblico divertito
sul mio volto sfatto
zuppo di sangue saliva e muco
di parole che dalla gola
non più vengono su…
che soffocano
– un tappo di gorgoglii
sulle labbra spaccate
e sulla lingua vago il sapore
amaro
dolce
di spergiuro seme
ma, per Dio!, non so di chi sia.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in eros, explicit content, Iannozzi Giuseppe, poesia, satira e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a ODE AL CAZZO – DEDICATA A FRANZ KRAUSPENHAAR

  1. mukele ha detto:

    oh oh oh! … okkio a ciò che ti può arrivare 😉

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Tranquillo. Ho chiuso tutti i bocca… porti. 😀
    Quello poi è tedesco di Germania, non è che vada tanto per il sottile. 😀

    E’ uno che conosco e che le spara grosse ma grosse davvero, vale a dire tutto fumo e poco pochissimo arrosto. 😉

    Mi piace

  3. romanticavany ha detto:

    Le volgarità fanno parte di tanti e tu in questo caso lo sei, si tratta xò di una poesia scritta in modo satirico che fa ridere, ma se uno non fa o fa troppa attività sessuale magari non la capisce. PROBABILE CHE IL DESIGNATO FRANZKRAUSPENHAAR NON GRADISCA.
    Il pene è una parte del corpo e guai se non funziona Lui ne farà l’uso che vuole:)

    Penso che filastrocche del genere possono scandalizzare sia che non sia soddisfatto sessualmente o sereno nella vita … sia FRANZ KRAUSPENHAAR!!
    COMUNQUE Viva la libertà.
    Viva Iannozzi.
    Bye vany

    Mi piace

  4. cinzia stregaccia ha detto:

    Satira? Non mi piace ma questa è solo la mia opinione naturalmente e non è una questione di scandalizzarsi o no.
    ciao Beppaccio
    cinzia

    Mi piace

  5. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Io l’ho scritta solo per prendere per i fondelli Franz, che sta tirando su un casino della madonna per una schifezza che ha scritto e che ha pubblicato su un blog. Se questa ti sembra volgare, dovresti leggere la sua schifezza, roba che non è poesia né altro. La trovi comunque anche sul suo blog, quello indicato, ha per titolo L’eleganza del cazzo.

    Che gradisca o non gradisca non sono affari miei. To’, pecchiamo di generosità:

    http://lapoesiaelospirito.wordpress.com/2010/06/12/leleganza-dellamore/

    Qui trovi la sua robaccia.

    E la mia risposta alla sua robaccia è la mia di robaccia, per dimostrargli che a scrivere cazzate sono tutti buoni. Il fatto rimane che né la sua né la mia è poesia, men che meno erotica.

    Questa è una satira e come satira funziona perché ridicolizza bene i difetti di Franz.

    bacetti, piccola peste ^__*

    orsetto di VaNY

    Mi piace

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    E’ satira, non la spaccio per poesia.
    Tu non hai letto quello che ha scritto Franz, ma se lo leggessi capiresti i motivi per cui questa satira è così e non in un altro modo. In ogni modo, nella mia generosità, ho indicato il link di quella schifezza che Franz spaccia per poesia. Leggila e poi capirai, forse, che questa satira fatta così è giustificata, forse addirittura necessaria in quanto ridicolizza i difetti di un autore egocentrico e di nessun talento, perlomeno stando al mio metro di giudizio.

    beppaccio

    Mi piace

  7. mukele ha detto:

    Ho steso un pietoso (e ironico) velo sull’accaduto. Torno a casa con la coscienza di aver assistito ad una lite fra comari che si disputano i fustini del dixan.

    Mi piace

  8. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    🙂
    E’ appunto quello che è accaduto: comari che si disputano il fustini del dixan, manco fosse champagne.

    Mi piace

  9. mukele ha detto:

    AHAHAHA!

    Mi piace

  10. mukele ha detto:

    Comunque credo che la mia punturina lo abbia un po’ seccato. Prevedo che venga nel mio blog a cercare vendette. Tadàaaaaan.

    Mi piace

  11. cinzia stregaccia ha detto:

    ho letto tutto anche i commenti e rimango fermamente della mia opinione…anzi è peggiorata.Comunque ognuno di noi reagisce come vuole 🙂 Mai pensato che tu la spacciassi per poesia e manco io ho mai pensato la potesse essere.
    ciao
    cinzia
    p.s. uso firefox e non riesco proprio ad evitare che quando lo chiudo poi mi debba riscrivere da te 😦

    Mi piace

  12. mukele ha detto:

    Un altro che mi presto a sputtanare è quel cazzone di Porta e il suo blog di fighetti intimisti. Ho fatto il madornale errore di fare l’appunto sulla necessità di un dativo ma a loro (edotti si sa solo di sufismo e balle di cui non capiscono nemmeno la metà di quanto affermano) sembra essere passato inosservato. Forse il disprezzo è l’unica arma che considerano letale verso noi poveri ilici. O forse covano atroci rappresaglie. 🙂
    Dato però il precedente del grande Guzzanti, devo pensarci su per trovare qualcosa di più crudele.

    Mi piace

  13. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Porta? Non conosco.
    Se puoi cavartela con l’indifferenza, che è a mio avviso la forma più grande di disprezzo. allora bene; altrimenti attacca e non fare prigionieri. 🙂

    Mi piace

  14. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    No, non verrà né da te né da me. Stanne certo. Ha una considerazione troppo alta di sé, il che gli taglia le gambe in partenza e non se ne rende neanche conto.

    Mi piace

  15. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Lo immaginavo. Anzi, ne ero certo. 🙂
    La mia satira voleva solo dimostrare che chiunque è in grado di scrivere cazzate, senza il bisogno d’impegnarsi poi troppo. Non è che ti svegli al mattino e puoi dire di essere Henry Miller.

    La spaccio per una goliardata, nulla di più.

    beppaccio

    p.s.: firefox, benissimo. Controlla, vai sotto il menù STRUMENTI—>OPZIONI—>
    a questo punto ti si apre una maschera con diverse cartelle;
    GENERALE SCHEDE CONTENUTI APPLICAZIONI PRIVACY ecc. ecc.

    ti metto la stampa a video dei flag che ci dovrebbero essere nella cartella PRIVACY

    Controlla che ci siano tutti i flag come indicato in figura.

    Mi piace

  16. vany ha detto:

    ♥ vany

    Mi piace

  17. krauspenhaarf ha detto:

    ciao ragazzacci, siete simpatici e teneri.

    Mi piace

  18. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Ciccina, questa che ti mostro è una rara foto di Franz quando è sobrio. 😀

    Visto!

    ♥ orsetto di VaNY

    Mi piace

  19. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Incredibile. 🙂 Allora non sei così cattivo come vuoi far credere in giro. 🙂

    Mi piace

  20. matteoplatone ha detto:

    Si poteva fare di meglio…

    Mi piace

  21. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Di meglio?
    Sarà per la prossima volta. 🙂

    Mi piace

I commenti sono chiusi.