Hugo Chaves sposa la Russia dopo la delusione con Naomi Campbell – Giuseppe Iannozzi

Hugo Chaves sposa la Russia

Dopo la delusione con Naomi Campbell
per il dittatore venezuelano una corsa al riarmo

Giuseppe Iannozzi

chavez e naomiHugo Chavez, presidente e dittatore del Venezuela, ha deciso che era ora di fare un po’ di shopping, anche per consolarsi della lontananza di Naomi Campbell, che oramai vede solo più nuda sull’ultimo numero di ID Magazine. Dopo alcuni guai con la legge dovuti al suo caratteraccio, per cui persino Nelson Mandela non l’ha voluta al concerto per il suo novantesimo compleanno, la Venere Nera è tornata a fare quello che sa fare meglio: spogliarsi. Poi al  Festival di Cannes ha incontrato il magnate russo Vladislav Doronin. Prima di fidanzarsi con la Pantera, era considerato il più attraente scapolo russo sulla piazza. Hugo Chavez ci deve essere rimasto davvero molto ma molto male, così ha deciso per una vacanza e un po’ di spese folli: armamenti di ultima generazione.

Hugo Chavez, dopo la delusione cocente con Naomi Campbell, si è detto pronto a stringere accordi con la Russia. Ecco dunque una visita ufficiale del dittatore venezuelano in Russia: Chavez intenderebbe spendere la bellezza di un miliardo di dollari in armi, mica noccioline. Secondo il quotidiano spagnolo El Pais, al centro delle attenzioni del leader ci sono i carri armati, i sistemi di difesa anti-aerea e i sottomarini. Una reazione un po’ tanto esagerata per una delusione d’amore, ma tant’è e Chavez è più che mai intenzionato a rafforzare il patto d’amicizia con la Russia e in particolare con Dmitri Medvedev, con il quale desidera creare una relazione di ‘”amicizia e fiducia politica”.

Chavez intenderebbe acquistare dai moscoviti una partita di carri armati, probabilmente i T-90C, che lo stesso presidente venezuelano proverà in prima persona. Chavez è anche intenzionato a comprare tra i 10 e i 20 sistemi di difesa anti-aerea Tor-M1, lo stesso tipo che il Cremlino ha venduto all’Iran, nonché aerei adibiti al trasporto. Come se tutto questo armamentario non bastasse Mosca potrebbe dare al dittatore venezuelano tre sottomarini di terza generazione, dotati di sei lanciarazzi, che permetterebbero a Caracas di ritirare i due sommergibili tedeschi dall’Armada, oramai obsoleti dopo trent’anni di prestazioni. La spesa folle di Chavez si aggirerebbe intorno ai 632 milioni di Euro, tutti soldi che i venezuelani – che non se la passano per niente bene e che vivono perlopiù in condizioni disumane – si vedranno sottratti a favore del riarmo del paese.

A vendere armi al Venezuela è la ditta russa Rosoboronexport, che è anche in trattativa con il carioca per una partita di motoscafi di pattugliamento 1430 1430 Mirage, imbarcazioni 12691E Murena e sistemi costieri antimissili.

Il Venezuela, grazie al regime dittatoriale di Chavez, è diventato il principale acquirente latinoamericano di armi. Tra il 2005 e il 2006 il dittatore ha sbolognato qualcosa come 2 mila milioni di Euro in armamenti.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in cronaca, esteri, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, NOTIZIE, politica, politici e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.