Hugo Chavez sposerà Naomi Campbell? – Giuseppe Iannozzi

Hugo Chavez sposerà Naomi Campbell?

Giuseppe Iannozzi

chavez e naomi 1

Le donne sono più efficienti e pratiche degli uomini.
Le donne sarebbero il prototipo perfetto di umanità se solo riuscissero a non nutrire severa e più che mai sincera cattiveria l’una per l’altra.
Le donne sono volubili: gli uomini, tutti, irrimediabilmente diventano degli emeriti handicappati mentali davanti a una bella donna. Le donne, tutte, davanti al Potere si sciolgono come neve al sole.

Naomi Campbell, nota per essere stata una delle modelle più richieste sulle passerelle negli anni Novanta, nota anche per aver avuto diversi amanti tutti piuttosto famosi, nota per aver prestato la sua immagine a campagne contro l’uccisione e la tortura degli animali tranne poi indossare in pubblico vistose pellicce, oggi che si avvia verso la quarantina ha pensato bene di mettersi insieme, o meglio di farsi vedere insieme a un personaggio ben noto e discusso del mondo politico, Hugo Chavez. Il presidente del Venezuela, sempre alla ribalta per le sue intemperanze e per la sua tirannia – spacciata per democrazia e comunismo -, che si circonda di ambigui omarini comunisti tutti vestiti all’ultima moda, quelli che mai un abito che non sia griffato e mai un’auto che non costi pacchi di dollari americani, oggi tuonando in maniera clownesca si fa vedere in giro con la Venere Nera. Di per sé non c’è nulla di male, se non altro Naomi distrae un po’ Chavez dagli affari di Stato e dai consigli di quel lucignolo di Fidel Castro, oramai ridotto all’ombra di sé stesso sia nel corpo sia nella mente.

Neanche a farlo apposta, Naomi Campbell, oramai troppo vecchia per sfilare, è diventata collaboratrice di GQ ed ha esordito con un’intervista a Hugo Chavez. Si dice che la liason fra Hugo e Naomi sia vecchia di alcuni mesi, almeno due. Solo una chiacchiera dei giornali venezuelani, dissanguati sempre più ad ogni giorno che passa?

A Caracas le chiacchiere sulla coppia non accennano a smorzarsi; e se Nelson Bocaranda, considerato uno dei cronisti più informati sul presidente e che per giunta scrive su quello che viene considerato il giornale venezuelano più attendibile, El Universal, ci dice che è vero, allora bisogna prendere in considerazione l’eventualità che Chavez abbia preso una sbandata: “Il caudillo si è innamorato intensamente della bellezza d’ebano del jet-set internazionale, la stessa che, per undici volte, ha avuto guai con la giustizia per piccoli incidenti”.

Il ministro della Comunicazione Andres Izarra, già presidente del canale multinazionale Telesur, che proprio per questo sarebbe stato premiato con il dicastero, non può che vedere molto ma molto bene la liason. Sempre Bocaranda scrive: “I due hanno avuto fino a oggi incontri molto furtivi, ma l’innamoramento era reciproco. E non dovrebbe sorprendere se, dopo che Sarkozy sposerà Carla Bruni a febbraio, il leader venezuelano convoli a giuste nozze con la bella Naomi”.

In passato, Naomi ha avuto modo di dire che il suo uomo ideale “dovrà essere sincero e con molta energia, mi piacciono gli uomini forti”. Poco ma sicuro che Chavez è un uomo di potere, che sia sincero e forte è invece tutto da provare. E Naomi parlando di Chavez: “Non è un gorilla, piuttosto un toro”. Noi, sinceramente, questo toro-gorilla glielo lasciamo ben volentieri, sperando che riesca  a domarlo almeno un cincinnino!

Pochi giorni fa la Campbell era seduta in prima fila, all’Istituto Nacional de la Mujer di Caracas, e applaudiva con convinzione al discorso con il quale il presidente lodava la forza delle donne. Qualche giorno prima, i due si erano incontrati al palazzo presidenziale di Miraflores per l’intervista che la Campbell ha fatto a Chavez per GQ.

Vuoi vedere che la Venere Nera, Naomi Campbell, è riuscita a domare il gorilla… pardon!… il toro? Ma forse è solo rimasta abbacinata dal Potere, come tutte le donne.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in cronaca, esteri, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, NOTIZIE, politica, politici e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.