Vany e Orsetto Beppe presentano… “L’allegra magia della Primavera” e “Buona Pasqua”

Vany e Orsetto Beppe presentano…

L’allegra magia della Primavera

Buona Pasqua

orsetto blues

Leggi le poesie di Vany e Orsetto Beppe sul romantico blog


D'Amore 4 - Romantica Vany e Giuseppe IannozziD’amore 4
Romantica Vany e Giuseppe Iannozzi
su Lulu.com qui
ISBN 9781291228212
pagine: 122
© 2012
prezzo: € 10,00

easter

Pubblicato in 4 mani, amore, arte e cultura, attualità, biogiannozzi & RomanticaVany, cultura, D'AMORE, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, poesia, RomanticaVany, segnalazioni, società | Contrassegnato , , , , , , ,

Mussolini, Dell’Utri e la Fallaci. La fallacia della Storia – di Iannozzi Giuseppe e segnalazione “La lebbra” (Il Foglio letterario)

Mussolini, Dell’Utri e la Fallaci

I diari del Duce pubblicati da Bompiani
Dell’Utri è il solo a crederli originali!

di Iannozzi Giuseppe


La lebbra - Giuseppe Iannozzi - Il Foglio letterario - acquistaLa lebbra
Giuseppe Iannozzi
Ass. Culturale Il Foglio

Collana: Narrativa
Data di Pubblicazione: 2013
Pagine: 150
ISBN-10: 8876064540
ISBN-13: 9788876064548
Prezzo: € 14

IBSAMAZONin MondadoriLibreria UniversitariaUnilibro dall’editore Il Foglio letterario


Mussolini

Mussolini

Il tentativo di riabilitare Mussolini, l’uomo e il politico, con tutti i metodi possibili, non è cosa di oggi. Nel corso dei decenni non si contano i tentativi falliti di dare un volto, seppur minimamente umano, al Duce italiano.

La riabilitazione del mostro italiano è diventata una macchina del marketing che ingrassa le pulegge del sistema editoriale e non. Purtroppo oggi nessuno si fa meraviglia che negli autogrill – e non solo – vengano venduti busti del Duce e altra paccottiglia del genere, paccottiglia che vende forte, sintomo questo che l’Italia ha ancora in sé devastanti radici littorie.

“Veri o presunti”: fra parentesi dopo il titolo questa sorta di avvertenza per i diari di Mussolini pubblicati da Bompiani. Il primo diario risalirebbe al 1939. Il primo volume riporta anche la riproduzione anastatica dell’intera agenda, affinché gli studiosi possano esprimersi sulla autenticità o meno del diario pubblicato. L’editore non assicura dunque l’autenticità del materiale pubblicato.

I diari di Mussolini, quelli che Marcello Dell’Utri indica essere autentici, sono stati detti da più parti un falso ideologico. Ciò non ostante Bompiani, quindi Elisabetta Sgarbi, a differenza di altri editori, ha deciso per la pubblicazione pur mettendo le mani avanti sulla loro autenticità.

Che siamo di fronte a una mera operazione di marketing è fuor di dubbio. Di contraffazioni la Storia dell’uomo ne è piena, sin dalla notte dei tempi. Ad esempio, ne “Il cimitero di Praga” di Umberto Eco (Bompiani), il protagonista è in realtà un falsario, uno che confeziona su misura documenti storici altrimenti inesistenti e che poi vende a destra e a manca per screditare il popolo Ebreo.

A questo punto occorre ricordare che nella sua famosa trilogia Oriana Fallaci, senza mezzi termini, parla di un piano in atto da secoli che il mondo musulmano starebbe portando avanti per scalzare la cultura occidentale. La Fallaci ci assicura che i maomettani stanno conquistando l’Occidente non con le armi bensì con i grembi delle loro donne: per la Fallaci le donne islamiche in Italia, come nel resto dell’Europa, sono dei “grembi” utili a seminare nell’Occidente libero i nuovi musulmani, quelli che saranno i nuovi padroni dell’Europa.

Continua a leggere

Pubblicato in a volte ritornano, arte e cultura, attualità, controinformazione, critica, critica letteraria, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, LA LEBBRA, libri, NOTIZIE, notizie italia, notizie storiche, politica, segnalazioni, storia - history, storia odierna | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Marcello Dell’Utri

Marcello Dell’Utri

Silvio Berlusconi e Dell'Utri

Silvio Berlusconi e Dell’Utri

L’11 febbraio 2007 Marcello Dell’Utri annuncia di aver ricevuto dai figli di un partigiano deceduto (di cui si rifiuta di rivelare il nome) cinque presunti diari manoscritti da Benito Mussolini, contenenti appunti dal 1935 al 1939. Alcuni storici come Francesco Perfetti inizialmente si dimostrano possibilisti, altri come Giovanni Sabbatucci, Valerio Castronovo, Emilio Gentile e Denis Mack Smith si esprimono al riguardo con grande scetticismo. Pochi giorni più tardi L’Espresso annuncia che uno studio smentisce incotrovertibilmente l’autenticità dei diari, che del resto vennero già smascherati come falsi dal Times di Londra nel 1980 e da Sotheby’s negli anni novanta.

Infatti, dopo diversi mesi di attenti studi condotti da uno dei più autorevoli storici del fascismo Emilio Gentile ed il presidente dei grafologi italiani Roberto Travaglini, sono state constatate delle macroscopiche discrepanze storiche ed una calligrafia non riconducibile a Mussolini. Nel 2011 lo storico ed esperto di carte d’archivio, Mimmo Franzinelli ha pubblicato con Bollati Boringhieri il libro Autopsia di un falso: i diari di Mussolini e la manipolazione della storia, che mette ulteriormente in evidenza le numerose incongruenze, gli anacronismi e gli errori che ne caratterizzano il contenuto e ne dimostra la completa inverosimiglianza.

I diari di Mussolini (veri o presunti) vengono pubblicati in Italia da Bompiani nella collana Saggistica.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

“L’assedio” di Riccardo Brun – Novecento editore

L’ASSEDIO

Riccardo Brun

Novecento editore

«Un inno alle illusioni perdute, un noir corale e intenso. Brun è uno scrittore vero, che non ha paura di sporcarsi le mani». – Angelo Petrella

L'assedio - Riccardo BrunNapoli, fine 2008. La città è nel caos: le manifestazioni contro le discariche, i complotti di camorra, la violenza razzista. Sullo sfondo bombe che esplodono a intervalli sempre più brevi, e un’ombra in cerca di vendetta. Riuscirà l’ispettore Salvo Amodio a risolvere il caso che gli è stato affidato? Riuscirà il giovane Ahmed a fuggire dall’unica vita che conosce e ad affrontare un destino diverso?
L’assedio è un noir radicale e imprevedibile, che impasta realtà e invenzione, e che racconta una città assediata, offesa e difesa da fronti contrapposti. Una storia metropolitana e drammaticamente contemporanea, in cui la riflessione sulla realtà sociale e politica si fonde con le vicende criminali, e con l’eterna lotta fra il bene e il male.

Riccardo BrunRiccardo Brun E’ giornalista, scrittore e sceneggiatore. Ha pubblicato i romanzi Carissimo L, con Massimo Ricciuti (Guida, 2000), Genova Express (Manifestolibri, 2002), La Città di Sotto (Stampa Alternativa, 2006), La Propaganda (Caracò, 2011). Ha scritto diverse sceneggiature per il cinema, tra le quali Racconto di Guerra, regia di Mario Amura, David di Donatello 2002, e In Ascolto, regia di Giacomo Martelli, premio come miglior attrice protagonista a Maya Sansa al Festival EuropaCinema 2006. L’ultimo film che ha scritto, La Santa, regia di Cosimo Alemà, è stato selezionato nel 2013 per il Festival Internazionale del Film di Roma.

L’assedioRiccardo BrunNovecento editore – 1ma edizione Marzo 2014 – ISBN 978-88-95411-57-6 – Pagine 416 – Prezzo: 9,90 €

 

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, attualità, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, gialli noir thriller, Iannozzi Giuseppe consiglia, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, romanzi, segnalazioni, società | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

“Sad Sandy. La Quinta Runa”. Racconto di Iannozzi Giuseppe e segnalazione “L’ultimo segreto di Nietzsche” (Cicorivolta edizioni)

Sad Sandy. La Quinta Runa

di Iannozzi Giuseppe

Sandy Denny

Sandy Denny


frecciaL’ultimo segreto di Nietzsche
(Il ritorno del filosofo a Torino)
nelle librerie Feltrinelli a soli € 11,05

L'ultimo segreto di Nietzsche - Beppe Iannozzi - Cicorivolta edizioni
L’ultimo segreto di Nietzsche (Il ritorno del filosofo a Torino)

Beppe IannozziCicorivolta edizioni
ISBN 978-88- 97424-77-2 – pagine: 230 – prezzo: € 13,00

pdf download    scarica un estratto del libro in formato pdf

freccia Leggi su Cicorivolta edizioni dei brani estratti dal romanzo
freccia
Leggi la recensione di Dario Bentivoglio sul sito Cicorivolta edizioni
freccia Leggi la recensione di Gordiano Lupi sul sito Cicorivolta edizioni
freccia Leggi la recensione di Fabio Fracas su Macademia
freccia Leggi l’intervista a Giuseppe Iannozzi su Postpopuli.it
freccia
Leggi Iannozzi Giuseppe intervista sé stesso

In vendita anche online su:

LA FELTRINELLIIBSLibreriaUniversitariaUNILIBROAMAZON.IT


Cadde dalle scale ubriaca.
Erano anni che il dèmone dell’alcool aveva in parte obnubilato il suo mal di vivere. In via provvisoria però. Il dopo sbornia la riportava alla devastante emorragia della realtà di sempre.
Uno schifo.
A capofitto. Non lo sapeva dire perché; se era inciampata nei suoi stessi piedi; se aveva saltato uno scalino o che altro. Ebbe però come l’impressione che uno spiritello maligno le si fosse gittato apposta addosso a mo’ di ariete per farla precipitare, colpendola alla bocca dello stomaco.

Si era in marzo e il cielo della Cornovaglia era d’una bellezza inquietante, mistica quasi. D’un celeste accecante che affondava come vergine lama nelle profondità del mare. Nelle ore del crepuscolo poi si tingeva di vene rosate e violacee, talvolta d’un rosso di brace. A frenare l’impeto dei marosi alte scogliere, muri di pura roccia; ma nell’aere liberi infiniti echi di onde a frangersi sugli scogli, onde di schiuma bianca e rabbiosa. Dopo l’ultimo insanabile dissidio con Lucas, aveva deciso di prendersi una pausa. La casa materna era l’ultimo rifugio che le era rimasto per lei che era la Quinta Runa.

Continua a leggere

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte e cultura, assaggi letterari, attualità, autori e libri cult, Beppe Iannozzi, consigli letterari, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, letteratura, libri, libri di Iannozzi Giuseppe, narrativa, promo culturale, racconti, romanzi, segnalazioni, società, ULTIMO SEGRETO DI NIETZSCHE | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Iannozzi Giuseppe: ”Un po’ di piombo per la stitichezza non potrà farti poi troppo male”

Un po’ di piombo per la stitichezza
non potrà farti poi troppo male

di Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe

* Leccatemi pure il culo se questo vi può far piacere… non mi sono pulito apposta… Ma da me non avrete niente di più di quello che vi spetta… un po’ di piombo per la stitichezza non potrà farvi poi troppo male!

pistola* Per Dio, non cagatevi nelle mutande! La puzza dei cadaveri è abbastanza per qualsiasi buon cristiano.

* Sai perché non faccio sconti a nessuno? Perché nessuno mi piace… dico sul serio…

* Se intendi comprare i miei proiettili ti conviene alzare il prezzo… o fatti pure il segno della croce.

* Se ti faccio un favore tu devi farne uno a me… è così che funziona qui all’inferno…

Continua a leggere

Pubblicato in aforismi, arte e cultura, Iannozzi Giuseppe, just 4 fun, western | Contrassegnato , , | 2 commenti

“Metalmeccanicomio” (Cicorivolta). Intervista a Renzo Brollo – di Iannozzi Giuseppe

Metalmeccanicomio

Una storia di amore e odio nella Fabbrica

Intervista a Renzo Brollo

di Iannozzi Giuseppe

Metalmeccanicomio - Renzo Brollo

Metalmeccanicomio – Renzo Brollo

1) Dunque, Renzo Brollo, “Metalmeccanicomio” (Cicorivolta edizioni) arriva dopo “Racconti bigami”, “Se ti perdi tuo danno” e “Mio fratello muore meglio”. Non è stato un parto facile. Nei ringraziamenti scrivi: “Questa storia, nata molti anni fa da ragionamenti e considerazioni personali, si è arricchita nel tempo di immagini e situazione che l’hanno resa cioè che è. […]”
Potresti entrare nel dettaglio e raccontare quale è stata la genesi di “Metalmeccanicomio”, oggi finalmente un libro?

Cicorivolta edizioniNon è stato un parto facile perché il rischio di raccontare di persone reali era fortissimo, dato che da venti anni sono un metalmeccanico. Questa d’altronde è stata la scintilla che ha innescato la miccia. Vivendo la fabbrica ogni giorno, ho scoperto un bestiario umano particolarissimo che volevo assolutamente raccontare, anche se non sapevo ancora come, senza farne un diario personale che avrebbe annoiato chiunque, me compreso. I metalmeccanici delle piccole fabbriche a conduzione famigliare vivono, nel bene e nel male, dentro una grande famiglia che comprende le loro. Non sono matricole indistinguibili tra altre matricole, col padrone hanno un rapporto simbiotico. Ho vissuto scene di amore e odio tra titolare e dipendente che non ho potuto raccontare, ma che sono la prova di quanto questo lavoro, almeno fino alla fine degli anni Novanta, fosse passionale come un tango. I posti di lavoro erano nidi, tane dove non si poteva toccare niente, personalizzate, dove le tracce di ognuno erano visibili. Si respirava limatura di ferro e affetto per i propri utensili usurati. Volevo assolutamente rendere questi operai protagonisti di una storia, perché il loro modo di vivere la fabbrica era per me un controsenso, appunto di amore e odio. E poi ho sempre pensato che il loro linguaggio avesse un retrogusto filosofico e romantico. Parole come ruota oziosa, vite imperdibile, vite senza fine, oppure più grunge come la lima bastarda, mi hanno sempre fatto sorridere e pensare, eppure sono definizioni serissime e usate comunemente.

Continua a leggere

Pubblicato in ACQUISTA, ACQUISTA DALL'EDITORE, ACQUISTA ONLINE, arte, arte e cultura, attualità, autori e libri cult, consigli letterari, critica, critica letteraria, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe consiglia, interviste, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, romanzi, segnalazioni, società | Contrassegnato , , , , | 2 commenti