Giovanna Amoroso recensisce ”Angeli caduti” di Beppe Iannozzi (Cicorivolta edizioni)

Angeli caduti di Beppe Iannozzi

recensione di Giovanna Amoroso

Giovanna Amoroso (La Rosa Oscura)Il cristo e l’anticristo si fondono in un insieme variegato di anime perse, gli Angeli caduti per l’appunto.
Il dolore, la morte, la paura, la diversità… facce della stessa medaglia.
Storie di ordinaria inquietudine d’animo. A volte follia pura, spesso brutale, altre… apparente normalità.
Trame mai banali, vicende che sembrano vissute con i propri occhi, nella loro cruda narrazione. Linguaggio diretto, aspro, senza inutili fronzoli.
Un senso di mistica liberazione trasuda “Amen” primo brano della raccolta. Una sorta di preghiera recitata di getto (non vi è alcun punto di sospensione in tutte le quattro pagine del racconto) con sana e lucida follia da un senzatetto.
Episodi a tinte forti, come nel racconto “Istantanea”, che si alternano a una dimensione più delicata e intimistica del brano “Vincent il vecchio”, narrato con una lieve punta di dolcezza.
Per poi arrivare al racconto “La morte di Bocca di Rosa”, vero pugno nello stomaco, dove l’umano e il disumano diventano un’orribile cosa sola.
Piacevoli break la citazione di alcuni noti testi musicali. Da Peter Gabriel ai Clash.
Un libro da leggere e rileggere… per comprenderne appieno le molteplici chiavi di lettura. A mio avviso, una realistica fotografia dell’attuale degrado in cui versa l’intera umanità.

Angeli caduti ! Beppe Iannozzi ! Cicorivolta edizioni ! Rassegna stampaLa presente recensione di Giovanna Amoroso è stato inserita, come promesso anzitempo, nella pagina dedicata alla Rassegna stampa di Angeli caduti.

Giovanna Amoroso

Giovanna Amoroso nata nel 1975. Laureata alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova -DAMS (discussione tesi “Teatro Salvini – Il risveglio dell’antico palcoscenico”) con 108/110.

Collaboratrice del quotidiano IL ROMA e del mensile culturale L’ESPRESSO NAPOLETANO.

Responsabile e fondatrice, nonché webmaster, del magazine on-line: www.passioneteatro.com

Qui il resto del Curriculum Vitae di Giovanna Amoroso:

http://larosaoscura.wordpress.com/mi-presento/


Angeli Caduti - Beppe Iannozzi - Cicorivolta edizioniAngeli caduti
Beppe Iannozzi
Cicorivolta edizioni
ISBN 978-88- 97424-56-7
pagine: 230
© 2012
prezzo: € 13,00

Cicorivolta librerie di fiducia


ordina i libri Cicorivolta nelle librerie Feltrinelli

Angeli cadtui di Beppe Iannozzi nelle Librerie Feltrinelli di Torino

Per i residenti in Torino e provincia: da venerdì 17 agosto potrete trovare Angeli Caduti di Beppe Iannozzi presso le librerie Feltrinelli (senza bisogno di ordinarlo):

la Feltrinelli Libri e Musica
piazza C.L.N., 251 – 10123 Torino TO

la pagina web de la Feltrinelli Libri e Musica

Librerie Feltrinelli Srl
Piazza Castello, 19, 10123 Torino

la pagina web de la Feltrinelli librerie Srl


IBS INTERNET BOOKSHOP LIBRERIAUNIVERSITARIA

amazon.it

Deastore.com WEBSTER.IT



guarda il booktrailer

con preghiera di diffusione


Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, detto Beppe Iannozzi o anche King Lear. Chi è Giuseppe Iannozzi? Un giornalista, uno scrittore e un critico letterario Ma nessuno sconto a nessuno: la critica ha bisogno di severità e non di mafiosa elasticità.
Questa voce è stata pubblicata in ANGELI CADUTI, arte e cultura, attualità, Beppe Iannozzi, casi letterari, consigli letterari, critica, critica letteraria, critici letterari, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, libri, narrativa, NOTIZIE, promo culturale, rassegna stampa, recensioni, romanzi, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Giovanna Amoroso recensisce ”Angeli caduti” di Beppe Iannozzi (Cicorivolta edizioni)

  1. vanessa ha detto:

    Sono sicura che stai gongolando di felicità!! ;)

    ♥ vany

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      Certo che gongolo. Giovanna mi ha fatto una bellissima recensione andando dritta al punto, estrapolando quello che il quid di Angeli caduti.

      Dopo sì tanti pareri positivi sono proprio curioso, ben conoscendo il tuo caratterino. :-)

      Voglio vedere tu che sarai capace di fare. ;-)

      ♥ ♥ ♥ Voglio la leKKatina altrimenti non ti mando la 4mani. Uffa. ;-)

      Bacetti e leKKatine

      orsetto belliSSimo di VaNY

  2. vanessa ha detto:


    a domani, morsettini ♥ vany

  3. orofiorentino ha detto:

    Una recensione veramente da prima pagina. Molto sincera e diretta. Avendo letto il libro la condivido in toto. Bravissima Giovanna, mille complimenti ad entrambe.
    BRAVISSIMO BEPPE
    Un bacio gentile
    GIOVANNA

  4. Ninni Raimondi ha detto:

    Leggo questo spazio dedicato alla Critica del tuo libro (Oggi ho comunicato con l’Italia e tra le altre cose ho realizzato che, ancora, il tuo libro risulta “non pervenuto”). dalla brava Giovanna, donna di sicuro talento e attenzione.
    Si è espressa in modo molto corretto, soprattutto nominando preferenze per alcuni brani, ma manca forse, qualche riferimento, anche en passant, a corollario magari di quanto scritto. forse, ma sono delle personali aberrazioni mentali, mi sarebbe piaciuto una recensione a tutto tondo da Giò, che stimo veramente tanto, ma forse il tempo e/o la lunghezza l’hanno frenata.
    Vedi, caro Beppe, per mio personalissimo modus operandi, prima di maneggiare con cura qualsiasi testo, anche di scrittori conosciuti, mi piace sempre domandarmi: “Perché dovrei acquistare “quel” libro, di “quell’autore”? Perché e per quale motivo, dovrei acquistare quell’elaborato? Nel tuo caso l’ho già acquistato, (dove al momento sia per lavoro, che mi costringe molto lontano dall’Italia, sia perchè il libro proprio non è arrivato) e quelle domande me le sono poste. perché, dunque, l’acquisto?
    Ovviamente per la Tua consolidata letteratura. Io credo che se tu non firmassi i tuoi pezzi e /o racconti, ebbene essi porterebbere, comunque, la tua identificabilissima firma – e non succede i per tanti, decisamente.
    Volendo fare un parallellismo mirato ( personalmente credo possa calzare senza tema di essere preso per un adulatore – io non adulo, né ho mai adulato nessuno, se non veramente meritevole) ricorderei, suggerendoli, due libri che, nel loro complesso ti rappresentano in stile e maniera (certo il tuo modo è e rimane inconfondibile): “Il seno” di Philip Roth (premio Pulitzer e scariatissimi premi prestigiosi di letteratura), dove l’assurdo diventa parte onirica del presente e nei fatti, motivo conduttore esattamente come tua peculiare caratteristica (Es.: Ristorante D’Annunzio, il mangiapatate del Walhalla, ecc. ecc. ).
    Everyone, sempre di Philip Roth che trasferisce una vicenda “finale“, indietreggiando, a ritroso nel tempo, fino ad intercettarne l’inizio e comprendere come, le scelte, gli errori e gli orrori, sono sempre decisori fondamentali di una vita che, tutto sommato potrebbe essere nuovamente adeguata all’attuale vissuto, ma con uno sguardo indietro e un’occhiata (e non di più) avanti, esattamente come riscontrato, varie volte, nei tuoi racconti >”mirati>” e in qualche poesia di notevolissimo pregio.

    in tutto questo, infine, leggo proprio la risposta secca alla domanda di cui sopra: “ma perché, per quale motivo, sono disposto a spendere per acquistare un libro di Giuseppe Iannozzi?“, ecco che quella risposta secca diviene una secca frustata sulle carni: Perché è un must!

    (E ribadisco, ancora non ho letto la tua ultima fatica).

    Un saluto per i Tuoi attenti ospiti e un abbraccio fraterno con l’augurio di sempre maggiori successi.
    Buona notte (o buon giorno).

    Ninni

    (Credo di aver provocato una “Nomination”, in tuo favore per il Pulitzer!)
    Ciao

  5. Ninni Raimondi ha detto:

    PS: perdono per tutti i refusacci (sembro, quasi, un dislessico.
    A parziale giustificazione c?é il fatto che sto scrivendo con uno di quei micro PC, a manovella, che ti permettono ben poco.

    ciao

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      Carissimo Lord Ninni,

      non hai proprio nulla di cui preoccuparti.

      GRAZIE INFINITE DI TUTTO CUORE PER IL TUO BELLISSIMO E SEMPRE ATTENTO E PROFONDO COMMENTO, COMMENTO CHE E’ MOLTO DI PIU’ DI QUEL CHE POTREBBE SEMBRARE, E DIFATTI MI SONO PERMESSO DI PUBBLICARE IL TUO INTERVENTO IN UN POST. Sarebbe stato davvero un segno di grande ingratitudine se avessi lasciato la tua riflessione critica prigioniera del box commenti.

      Ti abbraccio fortemente, con tanta amicizia e stima, più di quanto le parole siano in grado di esprimere.

      Con affetto e gratitudine

      beppe

  6. RosaOscura ha detto:

    @ NINNI

    Caro Ninni,

    ti ringrazio con tutto il cuore per la stima e l’affetto che dimostri nei miei confronti. Ciò mi rende molto felice.
    Sinceramente non pensavo che la mia recensione al libro di Beppe (scritta per puro diletto in circa quindici minuti) avrebbe ricevuto tutta questa attenzione.
    Comunque, (come faccio di solito dopo aver assistito a uno spettacolo teatrale) ho scritto di getto le mie impresssioni sul suo testo, cercando di mettere in luce i “particolari”, le immagini che sono apparse davanti ai miei occhi durante la lettura.

    Perchè ho acquistato questo libro?
    Semplicemente per 2 motivi:
    Mi piace lo stile narrativo di Beppe, autore che possiede il dono della sintesi (ben evidente in molti suoi racconti; poche pennellate di colore che diventano una storia), seppur come genere lontano dalle mie letture abituali;
    Inoltre il libro è edito dalla CICORIVOLTA, con la quale uscirà in autunno il mio libro “Universi gravidi”. Non avendo mai acquistato un libro di questo editore, volevo testarne con mano la qualità di fattura dei loro volumi (a mio parere buona).

    Un bacione a te Ninni, a Beppe e a tutti i lettori di questo blog!

    Giò

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      Ho letto quasi tutti i libri in catalogo di Cicorivolta edizioni e moltissimi li ho recensiti accostandoli anche a delle interviste. E’ un editore molto serio che punta alla qualità, cosa non da poco oggigiorno che l’editoria è sempre più votata a pubblicare libri di veline e calciatori, vuoti di sostanza e di qualsivoglia valore letterario. Spero che la lettura del mio “Angeli caduti” ti abbia fornito degli spunti di riflessione, pur non essendo quel genere di narrativa che preferisci. Poi, come tutti, ognuno ha le sue preferenze: tu hai segnalato alcuni racconti che ti hanno maggiormente colpita, altri, come Gordiano Lupi, si sono invece soffermati su racconti diversi. Ed è anche questo il bello di ricevere delle recensioni, dei pareri di lettura, siano essi positivi o negativi.

      Cara Giò, ti ringrazio ancora di tutto cuore par aver voluto acquistare e leggere il mio lavoro recensendolo.

      In autunno non mancherò di certo di leggere il tuo “Universi gravidi”: probabile che sarò il primo o tra i primissimi a leggerlo, per cui preparati sin d’ora. ;-)

      baci

      beppe

  7. vanessa ha detto:

    Per me è tutto più semplice ho acquistato il tuo libro che domani se tutto va bene ritiro ,l’ho acquistato perché sei tu…conosco il tuo modo di scrivere ed immagino che uscirò riccia dopo averti letto, e per secondo motivo ancora perché l’hai scritto tu, per terzo perché l’hai scritto tu, per quarto pure ecc.ecc.ecc.

    (Sorry, sorry, sorry)
    Sono spiacente
    Perdóname niente più baci e leKKatine (Sorry, sorry, sorry) ;) ♥ vany

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      Ho capito, lo hai comperato solo perché l’ho scritto io ma sei già sicura che ne uscirai coi capelli ricci. ;-) E hai ragione, non posso smentire: uscirai proprio coi capelli ricci e di più. :-) Ma non ti preoccupare, perché a me piacciono tanto tanto tantiSSimo le belle bimbe come te coi capelli ricci per giunta.

      ♥ ♥ ♥

      MYA REGYNA VANY, poi voglio vederti bionda e coi capelli ricci, uguale uguale a Marie Antoniette.
      Te lo già detto che la sola idea di vederti bionda e riccia mi ha eccitato tantiSSimo? ^___^”’

      LeKKatine regali, MYA REGYNA VANY

      orsetto di VaNY eccitatiSSimo ^___^”’

  8. Pingback: L’ultimo segreto di Nietzsche. Giuseppe Iannozzi intervistato da Giovanna Amoroso | Iannozzi Giuseppe aka King Lear

I commenti sono chiusi.