Angeli ingrati | Beppe Iannozzi + promo Angeli caduti | Cicorivolta edizioni

Angeli ingrati

Beppe Iannozzi


Angeli Caduti - Beppe Iannozzi - Cicorivolta edizioniAngeli caduti
Beppe Iannozzi
Cicorivolta edizioni
ISBN 978-88- 97424-56-7
pagine: 230
© 2012
prezzo: € 13,00

Cicorivolta librerie di fiducia


ordina i libri Cicorivolta nelle librerie Feltrinelli


IBS INTERNET BOOKSHOP LIBRERIAUNIVERSITARIA

amazon.it

Deastore.com WEBSTER.IT



guarda il booktrailer

con preghiera di diffusione


Lucifero l'Angelo caduto

Lucifero l’Angelo caduto

Non un canto disperato,
di fame d’aria,
di giorni somari a cercare dio
o l’immagine del suo contrario
Niente, niente di tutto questo
Niente che abbia senso,
Arcano Stallone

Non un momento o l’eternità,
la solitudine il capriccio la poesia

Sogno rumori,
dei dischi i graffi
fra i morti solchi,
dal numero loro deliziato

Del quadro tollero la cornice
e la prigioniera fotografia

Non un canto disperato,
ma a piè di pagina la sconfitta

E lezioni d’amore nel lontano 69

Segno e accuso graffi
Pulsano dolore le spalle
mentre sotto lo zoccolo caprino
la terra frana
Ogni cosa punta l’inizio
e la fine, anche l’odio,
anche l’affetto tanto a lungo
sopportato,
uguale bilancia portata
da spalla a spalla,
Angeli ingrati

Non un canto disperato,
ma del solitario albero l’eco
che in fondo alla valle cede e cade

La Mela del Peccato addento,
la polpa fra mascella
e mandibola
senza mai temere
un pugno in un occhio
né che il boccone
nel gargarozzo precipiti storto!

Sospettosa attende la Lucciola
che per lei io venga
E scivola sulla pelle il sudore
sotto il pallore d’una luna puttana,
e s’infittisce la nebbia
a ogni passaggio di fanali nella notte
Sospettosa attende la Lucciola
che il freddo,
per un momento almeno,
si faccia da parte
e non finisca antologizzato

Non un canto disperato,
ma del Silenzio l’affilata lama
che il grembo della terra ferisca
dove sepolto
il contorto Feto della Vendetta
in negro abbandono giace

Non un monumento o la fragilità,
l’agiografia il dispetto la banalità

Non un canto
Non un canto disperato,
Arcano Stallone
che a piè di pagina
resisti impennato

Ben oltre l’Alba e l’Occaso
giovani bare di sperma
aspettano soltanto d’esser riesumate
e agl’occhi degl’Angeli portate

Informazioni su Giuseppe Iannozzi

Iannozzi Giuseppe, detto Beppe Iannozzi o anche King Lear. Chi è Giuseppe Iannozzi? Un giornalista, uno scrittore e un critico letterario Ma nessuno sconto a nessuno: la critica ha bisogno di severità e non di mafiosa elasticità.
Questa voce è stata pubblicata in ANGELI CADUTI, arte e cultura, attualità, Beppe Iannozzi, booktrailer, casi letterari, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, editoria, fantascienza, fiction, gialli noir thriller, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, racconti, racconti brevi, romanzi, segnalazioni, sesso, sessualità, società e costume, video e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Angeli ingrati | Beppe Iannozzi + promo Angeli caduti | Cicorivolta edizioni

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    è veramente molto bella quasi come i racconti del tuo libro..
    condivido
    cinzia
    p.s. non riuscivo ad entrare in questo post boh..deve esserci un maligno in giro ahahahah

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      ;-)
      Be’, trattandosi di una bonus track, diciamo pure così, non poteva non essere bella, almeno quasi quanto il contenuto del libro che però non accoglie poesie.

      Grazie infinite, Cinzietta.

      beppe

      P.S.: Uhm, non so come mai, chissà perché. Boh!!!

  2. vanessa ha detto:

    Anche qui si ha la sensazione di ritrovare parole di Bukowsko.
    Idiosincrasie poetiche, angeli o demoni,in questa tua c’è abbastanza cattiveria,crudeltà , odio e violenza, pazzia e sventatezza nell’essere umano, ci sono anche i mediocri gli angeli sono furbi, furbissimi, ma non sono intelligenti. Se fossero intelligenti non sarebbero ovviamente ingrati sarebbero angeli buoni.
    Buonanotte!!!
    ♥ vany

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      Oramai Bukowski lo vedi in ogni cosa che scrivo e che viene scritta. :-D

      E’ diventato un’ossessione per te. :-D

      Gli angeli, talvolta, come in questo caso, sono specchio dell’umanità, di una umanità ingrata. Nulla più di questo. Ma non c’è niente di bukowskiano nella lirica che hai letto.

      Scommetto che in questo momento ti trovi davanti agli occhi Bukowski che beve. Non ci badare. E’ una tua allucinazione. :-D Tranquilla, Agnellina, non aver paure. ;-)

      ♥ ♥ ♥ orsetto di VaNY

      P.S.: Ho bisogno di leKKatineee… Uffy uffy uffy :-)

  3. vanessa ha detto:

    La colpa è solo tua se mi dai certe impressioni, certo è molto facile scrivere commentando con un : “bellissimo…o bruttissimo” , a mio parere tu narri violenza ,morte, prostituzione ,scrivi di emarginati e comunque tu possiedi crudezza della narrazione come lui .Sei Ironico, dissacrante, destabilizzante, e al contrario di Bukowski sei noioso.
    Ti auguro però di diventare bravo ( anche se un pò lo sei già) e famoso come lui.
    Saluti e bacetti

    pomeriggio.
    vany

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      D’accordo, non capisco ma mi sta bene: evidentemente me lo sono meritato.
      Bella randellata, dritta sulle gengive. Vedrò di non annoiarti più in futuro.

      dolce notte

      beppe

  4. vanessa ha detto:

    PERMALOSOO


    Buonanotte!!!
    vany

  5. cinzia stregaccia ha detto:

    e’ tutto relativo nella vita c’è chi scrive bellisssimo o bruttissimo perchè lo sente davvero c’è chi lo fa perchè non ha nulla da dire e nel tempo poi si vede…così come è realtivo il concetto di noioso…a volte dipende da quanto si è vissuto e cosa si è vissuto. Le opinioni son varie ed è giusto sia così ma mai son asssolute e migliore delle altre se sincere.. Bisogna sempre ricordarselo.
    Notte ragazzi

    cinzia

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      Io accetto l’opinione che ha Vany di me: si è fatta una sua opinione su di me e va bene. Mi ha dato un po’ di randellate sulle gengive negli ultimi tempi, ma dal suo punto di vista sono giustificate.

      Ci rido su, come il Buddha. Non pretendo di certo di piacere a tutti per quello che scrivo. Ci mancherebbe altro.

      Bacione

      beppe beppacio sempre ;-)

  6. Angelica ha detto:

    Beppuccio,
    sai che il finale mi piace davvero moltissimo? Mi chiedo perchè tu abbia scelto gli occhi, lasciando aperta l’intera figura. Mi hai mostrato l’Oltre. Era questo cio’ che volevi? Ogni angelo ( tuoi fans^_^) attende di specchiarsi in quei luminosi occhi ciechi, per svelarsi a se stesso.
    Angeli caduti e’ un capolavoro, se questa è la presentazione ^_^
    Un bacetto a te, nuovo Lucifero:-))
    Angelica

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      Karamellina angeliKata ;-)

      dir non so se sia un capolavoro “Angeli caduti”. Meglio è che si esprima chi lo leggerà. A loro l’arduo giudizio. Io di certo ci ho mezzo il mio zampino luciferino. ;-) Sicuro è che si parla dell’Oltre in tutta le sue declinazioni. Sei tu disposta a conoscere personaggi e cose che si nascondono dietro l’Oltre? O temi forse qualcosa? :-)

      Che bella gratificazione, io nuovo Lucifero. ^__*

      Bacetti tanti a te, AngeliKa

      beppuccio

  7. Angelica ha detto:

    Nuovo Lucifero, alias Beppuccio:-)
    Io non temo nulla, nè che il tempo si fermi, nè che sfugga via, e poi adoro i cambiamenti, ma anche tutto ciò che non si puo’ nè cancellare nè dimenticare.
    Voglio accompagnare tutta me stessa sul precipizio. Poi permettimi di osservarmi intorno, fuori, dentro e in ogni dove, con i miei occhi. Lo farò a lungo, credo, per poi cadere nell’Oltre. Noi abbiamo ali che ci proteggono, ma tu mi farai comunque compagnia? Secondo te dovremmo essere soli con noi stessi oppure allungherai le tue mani verso le mie, se ne sentirò il bisogno?:-))
    Intanto ti stringo un po’, cosi’ facciamo le prove, per il debutto^_^
    Tua AngeliKa^_^

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      AngeliKa bella,

      son solo un piccolo diavoletto, per di più con il pannolino. :-D In tutti questi anni non ho ancora trovato un’anima pia che me lo cambi. ;-) E solo il diavolo sa se è vero o no che soffro le pene dell’inferno. :-D

      Sei dunque una personcina tutta d’un pezzo: par che nulla temi. Ma io credo che anche tu, al pari di tutti noi, nutri tema della spending review.

      Se si vuol andare al di là dell’Oltre – e perdona il gioco di parole – ti accompagnerò per mano. Ma non pensare a me come a una sorta di Virgilio e tantomeno a un vate. Saremo senza ali e solo il nostro coraggio ci accompagnerà. Le mie mani sempre si verseranno nelle tue: non lascerò mica che le spire del ghiotto inferno divorino una sì bella creatura, qual tu sei, Angelika.

      Mi stringi un po’, prova per il debutto. ^__* A me sta bene, però prima fammi la cortesia di cambiarmi il pannollino: sono eoni ed eoni che mi brucia con la sua lava. Ti giuro che non ce la faccio più. :-D

      beppuccio diavoletto ^__*

  8. vanessa ha detto:


    Buonanotte!!!!!!!!.
    Ancora non ho avuto tempo di ordinare il tuo libro aspetto agosto quando, forse avrò più tempo.
    Ho uno scaffale di libri pronti per la lettura, il tu nò ma c’è tempo , so che tu temi che non lo voglia leggere… no, non è così ,anche se in cuor mio so come sarà, ma sono curiosa chissà forse mi piacerà.
    Dolci sogni e pensierini dolci.
    ♥ vany

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      Ma tu il mio libro l’hai vinto.
      Ricordi il gioco?
      Per cui, ce l’hai già. Semmai devo solo io trovare un po’ di tempo per recarmi in posta e tener fede così alla promessa fatta. Non sia mai che non mantengo le promesse. Poi non importa se non ti piacerà, se non lo leggerai o che altro: lo so bene che non è libro che rientri nelle tue corde, Gattina indifesa. ♥ ♥ ♥

      I gusti son gusti. Poi, chissà, magari fra venti o quaranta anni ti verrà voglia di riprenderlo in mano. Tutto è possibile. Anche i gusti cambiano col tempo, perché si matura, si fanno esperienze e si guarda al mondo con occhio diverso. Io quand’ero un ragazzino pensavo che D’Annunzio fosse il massimo. Ma oggi non sono più dello stesso avviso: ero rimasto abbacinato dal suo stile perfetto, però vuoto di contenuti. Oggi cerco stile e contenuti. Non sono più il ragazzino di dieci anni che si lascia affascinare dal D’Annunzio.

      Dolci sogni, Gattina indifesa, e non dimenticare le lekkatine: lo sai che poi vado in crisi d’astinenza. ♥ ♥ ♥

      orsetto di VaNY

I commenti sono chiusi.